sabato 1 dicembre 2007

Digital Symposium

Come di consueto, dopo un tale evento ecco la recensione.
Prima i numeri 4 adobe guru, 7 ore 200 partecipanti.Posso dire il migliore evento di "mamma Adobe" a cui abbia partecipato,non la vista e rivista presentazione prodotto ma bensì
una miniera di tips & tricks sparati velocemente senza troppi arzigogoli e tutti utilifocalizzati davvero sui casini contro cui spesso sbattiam le corna. Soluzioni e "cosuccie" che non avremo immaginato e altre "strade" per arrivare con risultati professionali al risultato che vorremmo al quale inevitabilmente spesso rinunciamo.
Un grazie sentito per l'idea e il modo a Gianluca,Paolo,Lorenzo,"miss Photoshop" e Luca"trash" Pianigiani( rimani trash c 6 + simpatico)

4 commenti:

sapofrog ha detto...

Ciao, grazie ancora per il tuo commento.

Concedimi però una precisazione, nel rispetto di chi ha (ti assicuro) fatto davvero il grosso dello sforzo. Si tratta non solo di un'azienda, Canon, vista nella sua entità, ma anche nelle specifiche persone, in particolare Alberto Czajkowski, Elisa Targher e Ivano dal Corso e altri collaboratori di Canon che magari non si sono visti. E' stato, il loro, uno sforzo notevole, per dare un vero valore all'evento. Noi di Jumper.it abbiamo collaborato in fase di regia, ma ogni step è stato meditato, voluto, ricercato con passione insieme a Canon, e le persone in questione hanno dedicato molto impegno e tanti giorni e notti di lavoro. Gli altri sponsor, tra cui Adobe, sono stati di supporto, importante certo, ma non quelli che hanno organizzato il Digital Symposium. La "Mamma" è stata insomma Canon, le persone che l'hanno voluto meritano loro l'applauso se lo spettacolo è stato gradito.

Ps1: i "ragazzi sul palco" ringraziano commossi


Ps2: vai tranquillo, rimango così come sono ;-)

Luca

alex ha detto...

ringraziamo sentitamente mamma " canon" che ha permesso tutto ciò

maxbellagia ha detto...

Ho seguito due tappe del Digital Symposium di quest'anno, e onestamente rispetto a quello che ho visto l'anno scorso... le cose sono davvero scese di qualità.

Il primo grande errore è stato quello di inserire due Guru come Paolo Baccolo e Lorenzo Colloreta, che per quanto bravi nei rispettivi campi (video e PDF), c'entravano ben poco con un audience composta per lo più da fotografi professionisti. Capisco che si vuole allargare il target, ma così si fa solo un gran miscuglio.

Questo si è poi visto anche a livello di contenuti, con Lorenzo Colloreta che ha fatto una lezione sui problemi di utilizzo degli 8 o 16 bit nelle immagini digitali... tutte cose che ho imparato 10 anni fa a scuola...

Diciamo che il salvabile è stato salvato da Marianna Santoni, che perlomeno, è stata in grado di entrare in empatia con il pubblico, scatenando spesso una vera ola. Mi chiedo però come mai l'anno scorso i contenuti fossero equamente divisi tra lei e Gianluca Catzeddu, peraltro invitato da lei a partecipare come relatore al Digital Symposium, e quest'anno invece è stata messa in panchina... ordini dall'alto forse...

Mah, mi chiedo davvero dove si sta andando, e soprattutto con quale criterio qui, ma anche in altri eventi, si scelgono i relatori.

Il tocco finale lo ha dato Luca Pianegiani, una persona che fino all'altro ieri stimavo, nel suo Sunday Jumper (http://www.jumper.it/sj/Sunday121.html), parlando al "popolo" come se fosse in cattedra, indicando come e cosa dovrebbero fare i formatori in questo settore...
Direi che siamo davvero alla frutta...

alex ha detto...

Caro maxbellagia non condivido in nessun punto ciò che sostieni, son stato presente e semplicemente non son della tua opinione.Vedere il bicchiere mezzovuoto non fa parte del mio essere.